Patrick Tambay

"Mi commossi a vedere lo striscione "Tambay vendica Gilles". Per venti minuti piansi, incapace di controllare le mie emozioni. Era più forte di me, mi dicevo di smettere, ma non ce la facevo. I meccanici se ne accorsero e mi lasciarono tranquillo. Non sapevo se sarei riuscito a partire" "Da metà gara in avanti il motore cominciò a spegnersi alla curva del Tamburello: rimanevo senza motore fino all'uscita della curva, poi il V6 tornava miracolosamente in vita. Così, come per magia, fino alla fine."
Un'altro fatto inquietante si verificò più tardi. "Ero in testa ma incominciavo a perdere la concentrazione a causa del motore, quando qualcosa urtò il mio casco. Come se qualcuno mi avesse dato un colpo dicendomi "andiamo ragazzo, svegliati!" Credevo di aver urtato un uccello, ma all'arrivo non trovai nessun segno sul casco."

Patrick Tambay - Imola 1983.

Dec 15, 2016
0
0

Comments